amore

warning: Creating default object from empty value in /web/htdocs/www.ilcervello.it/home/modules/taxonomy/taxonomy.pages.inc on line 33.

Cento parole d'amore. Per tornare a vivere.

Thumbs up, people! 

Ci sono riuscita anche oggi a trovare la ...bella notizia!                       

Un po' faticoso... negli ultimi tempi, vero? 

Eppure, tempo permettendo...scavando tra tonnellate di "bad news", cerco come posso qualche "Good News" che possa aiutarmi, e aiutarci tutti, nel condividerla, a ricordare quanto siamo splendidi, splendenti e forti!...quando questa forza così magnifica...l'amore... riesce a sprigionarsi da noi.

E questa è magnifica davvero! La storia di una donna che con tutto l'amore possibile riesce a far ritrovare al marito, colpito da un ictus, la capacità di esprimersi. Riporto dall'articolo (di cui trovate il link nelle Note):

"Diane Ackerman, naturalista e poetessa statunitense, racconta l'odissea di suo marito Paul West, anch’egli scrittore e poeta, in un libro uscito di recente negli Usa, «One hundred names for love: a stroke, a marriage and the language of healing», «Cento nomi per l'amore: un ictus, un matrimonio e il linguaggio della guarigione». La scrittrice racconta come, con amore e pazienza, abbia insegnato di nuovo a parlare al marito"...
Perchè le "cento parole dell’amore"...«sono la testimonianza di come il cervello riesca a guarire, e di come due persone che si amano possano superare le avversità».
"Sentirsi amati è una spinta enorme alla ripresa". 

Già...

Questa è una storia d'amore, e non solo.

Eh sì...ci sono "alcune" sensazioni che vanno condivise, che vanno amplificate, per gli effetti che generano... Anche quelle che al momento possono lasciarti... "un po' cosi'"...un po' in subbuglio, un po', sì..."colpito e affondato"! a fare i conti col turbinio di emozioni che ti si scatena dentro...e con te stesso, senza pietà...

Così...riporto quanto letto e visto nel blog "Equilibrio emotivo" di Barbara Puccio, a cui sono arrivata da una discussione su LinkedIn, dal titolo "Il valore di un abbraccio":
                                                                                                                     
"La fisicità e la pazienza  sono importanti nei rapporti interpersonali. La fisicità consente di esprimere sensazioni e sentimenti.
La pazienza aiuta e serve da esempio nelle dinamiche comunicative.
Le parole in questo contesto non hanno valore. Ma un abbraccio, sì.
Come testimonia questo eccellente video". 

Condividi contenuti